Ottobre 24, 2021

Glam the magazine

spettacolo, moda, food&wine

Devotion: il documentario che racconta Dolce&Gabbana

Devotion” – Racconto di un amore per la Sicilia e le sue eccellenze, è il progetto, patrocinato dalla Regione Siciliana, voluto e diretto dagli stilisti Dolce & Gabbana, da sempre ambasciatori dell’Italia e della Sicilia nel mondo. Un evento speciale dedicato a cinema, tradizione e sapori siciliani. Il documentario, diretto da Giuseppe Tornatore e prodotto da Dolce&Gabbana, con le musiche inedite di Ennio Morricone, si ispira al film di Tornatore del 1988 “Nuovo Cinema Paradiso”, la cui pellicola fu restaurata nel 2014 proprio dagli stilisti in collaborazione con Luce Cinecittà e la Cineteca di Bologna.

Devotion, ovvero “devozione”. Una storia che prende spunto dalle suggestioni e colori della Sicilia diventandone fonte d’ispirazione. Un racconto intriso di intuizioni, fatiche, viaggi, lavoro ed emozioni. La fama, la moda, la tradizione, l’adrenalina e la bellezza. Un lavoro di squadra dove il successo di uno è quello di tutti. E’ ciò che subito emerge dalla pellicola grazie alla sapiente mano di Giuseppe Tornatore, siciliano doc. Il racconto di chi è riuscito a trasformare i sogni in realtà. Le immagini sono così potenti da farti viaggiare verso l’ignoto. Le immagini di una Sicilia vecchia si sovrappongono a quella nuova evidenziando l’evoluzione della bellezza. Pizzi, decori, creazioni, si sovrappongono ai primi piani di splendide modelle che catturano l’occhio attento dello spettatore. Il film, girato tra Palermo e Monreale, svela e mette a nudo la dimensione intima, fragile e personale di Domenico Dolce e Stefano Gabbana. Il tutto accompagnato dalle straordinarie musiche inedite del grande e compianto maestro Morricone.

Un film che diventa omaggio e patrimonio della Sicilia, isola di storia, passioni e culture.

Non solo cinema, perché quello che hanno creato Dolce&Gabbana è stato un vero e proprio spettacolo nello spettacolo, con tanto di sfilata di carretti siciliani, gruppi folkloristici e bande musicali mentre i maestri ceramisti erano intenti a raccontare e mostrare in estemporanea le proprie opere. E ancora un tuffo tra i sapori di Sicilia con le bancarelle dedicate ai distretti e ai consorzi della Regione siciliana con le eccellenze enogastronomiche e artigianali caltagironesi del settore ceramico e l’Opera dei pupi, famosa nella città della ceramica.